Come utilizzare gli hashtag su ARTMO

On ARTMO, gli hashtag sono territorio sconosciuto, fresca e ricca di possibilità. Ma gli hashtag non sono nuovi. Sono in circolazione dal 2007, prima su Twitter, poi anche su LinkedIn e Instagram. Le domande ora sono: che differenza c'è e come utilizzare gli hashtag ARTMO?

Questa guida ti aiuterà a capire cosa fanno gli hashtag e come puoi usarli aumentare il tuo raggio d'azione ARTMO.

Continua a leggere, se vuoi ottenere il meglio da questa funzione per la tua strategia di marketing online.

1. Che cos'è un hashtag?

Un hashtag è un termine di una o più parole che è evidenziato da un segno di cancelletto antecedente. Gli utenti di una piattaforma di social media lo inseriscono nei loro post su classificare il loro contenuto. Di solito, l'hashtag diventa cliccabile quando pubblicato e porta a un elenco di post che contengono l'hashtag.

Il progetto significato della parola "Hashtag" è quindi un composto di un cancelletto (#) e un tag; un termine o un'etichetta che si riferisce a un tipo specifico di contenuto per facilitare le ricerche future (su un blog, ad esempio).

Immagine 1: Tag Cloud esemplare attivo ARTMO Ciò indica la popolarità di un tag in base alla dimensione del carattere

Ecco come appare un hashtag: #art.

2. A cosa servono gli hashtag?

Lo è anche la funzione hashtag, che è già diventata abbastanza popolare su altre piattaforme di social media disponibile on ARTMO. Certo, può esserti utile solo se sai come utilizzare la funzionalità in base alle tue obiettivi di marketing. Parte di esso include se gli hashtag sono in linea con i tuoi obiettivi o meno.

Pertanto, vediamo prima perché gli hashtag vengono utilizzati in tutti i file altre comunità online: La funzione aiuta la rete a

  • cerca e trova contenuto di interesse o bisogno
  • aumentare il visibilità passato i loro follower a un pubblico più ampio, in particolare al loro gruppo target
  • impegnarsi i loro follower con contenuti pertinenti e classificati
  • costruire (l'immagine di) il loro marchio partecipando a una conversazione di tendenza o avviando la propria campagna di promozione
  • l' assistenza di una causa sociale o diffondere informazioni su questioni sociali
  • sfruttare appieno lo spazio limitato di un post di aggiunta di un contesto
  • controlla il loro concorrenza

Come puoi vedere, puoi fare molto usando semplicemente gli hashtag su altre reti. Sebbene questa possa essere la stessa intenzione per la sua implementazione su ARTMO, il futuro ha ancora per mostrare le statistiche corrispondente a questo elenco di vantaggi.

3. Perché utilizzare gli hashtag su ARTMO?

Probabilmente vorresti spiegarmi ormai che non conosci nessuno che usi gli hashtag ARTMO. Allora come possono i vantaggi si allineano ARTMO e perché dovresti provarlo? Anche Elena Picchi afferma nel suo ottimo articolo in merito Come fare soldi come artista che gli hashtag "potrebbero farti venire le vertigini", portando alla conclusione che non dovrai preoccuparti di cose del genere su una piattaforma dedicata come ARTMO. In altre parole: perché dovresti dedicare il tuo tempo a una funzione inutilizzata?

È semplice, davvero. Laddove altre piattaforme si comportano male sovraccaricando il tuo feed social con contenuti, ARTMO ti offre un'apertura. In primo luogo, ARTMOhashtag di i feed sono quasi vuoti, molto probabilmente a causa delle sue attuali dimensioni di rete. Questo è buono perché significa che sei visto indipendentemente dalla frequenza con cui pubblichi. Se i tuoi post sono qualitativi in ​​alto, gli utenti faranno senza dubbio clic sul tuo profilo. Secondo, ARTMOI feed hashtag di includono solo post contenenti hashtag. Non aggiunge quelli che li contengono come parole chiave, il che è enorme filtro. In terzo luogo, la funzione hashtag è "gratis".

In sintesi, i feed non ti daranno le vertigini. Affinché rimanga tale, tuttavia, tutti hanno la loro parte nel garantire il qualità dei loro post e pensare attentamente a un file strategia di pubblicazione. E cosa più importante: una parte del marketing consiste nell'identificare una lacuna e poi colmarla prima.

Quello che ho trovato inoltre su Google me lo fa pensare ARTMO sta lavorando attivamente per portare questa funzionalità al massimo potenziale. Continua a leggere.

4. Una ricerca su Google ti fa sperare di più

Dopo aver condotto una ricerca su Google, posso dire che un futuro luminoso sta aspettando gli hashtag ARTMO. Ad esempio, la prima SERP (pagina dei risultati del motore di ricerca) mostra un file pagina detto Hashtag - ARTMO così come 2 sottopagine chiamate Archivi del team or Migliori archivi. Mentre i due ultimi indicano elenchi di hashtag ancora in sospeso, la prima pagina sembra non disponibile. Da quando è indicizzato su Google, Presumo che la pagina sia stata creata, tuttavia, viene mantenuta invisibile per il "normale" ARTMO utente.

È interessante non se è incompleto. It is interessante che un sforzo attivo è in fase di realizzazione. Dopo la mia ricerca, sono giunto alla conclusione che ARTMO sta lavorando su un migliore accesso agli hashtag, il che è un'ottima notizia perché significa che usare gli hashtag sarà facile in futuro.

5. Come utilizzare gli hashtag su ARTMO

Se gli hashtag fanno parte della tua strategia di social media marketing, vuoi che i tuoi hashtag siano buoni. Ma cos'è un buon hashtag? Nei seguenti sottocapitoli, ti guiderò attraverso alcune best practice per l'utilizzo degli hashtag. Ti aiuterò anche a capire come funzionano gli hashtag ARTMO.

5.1 Dove metti l'hashtag?

Puoi inserire hashtag in modo efficace ovunque tu possa interagire con altri utenti che sarebbero prima di tutto tuoi post di attività o commenti.

Il posto migliore per posizionare gli hashtag nel tuo post è diverso per ogni piattaforma online. Dare una rapida occhiata agli esempi di Twitter, LinkedIn o Instagram ti darà un'idea migliore.

  • Poiché lo spazio è limitato Twitter, si consiglia una quantità di 1-3 hashtag. Ci sono 2 modi in cui puoi arricchire i tuoi post con hashtag: il primo è rendere l'hashtag una parte del tuo testo (il mio #artwork è finito!). Il cambio automatico del colore dei caratteri li rende buoni evidenziatori. Il secondo è metterli alla fine del post (il mio nuovo dipinto è finito! #Artwork).
  • LinkedIn è un network professionale che punta sulla qualità dei contenuti. Pertanto, non supporta il cambio di colore né il posizionamento libero. L'importo consigliato è da 3 a 6 hashtag alla fine del post.
  • On Instagram, tuttavia, le guide ti dicono di aggiungere quanti più hashtag possibili alla fine del tuo post per aumentare significativamente il tuo raggio d'azione. Qui, dove si consumano facilmente molte immagini al secondo, ogni visualizzazione è un potenziale successo.

Con questo in mente, torniamo a ARTMO. Rispetto a Twitter o Instagram, ARTMOL'obiettivo è connettere venditori e acquirenti d'arte, il che lo avvicina agli standard di LinkedIn. Puoi anche vederlo nell'aspetto degli hashtag: il loro stile di carattere è in grassetto, sì, ma non sono buoni evidenziatori. Questo mi porta alla conclusione che dovresti mettere il file hashtag alla fine del post, attaccarsi a Da 3 a 4 hashtag come importo appropriato. In definitiva, evita lo spam!

5.2 Cosa fa funzionare l'hashtag?

Un hashtag funzionante è cliccabile e porta a un elenco di post contenenti l'hashtag. Se il tuo post non è visualizzato nell'elenco, probabilmente lo hai pubblicato in un gruppo.

Se segui questi suggerimenti 2, il tuo hashtag funziona.

  • Aggiungi il cancelletto (#) prima del tag. Assicurati che non ci sia spazio tra il segno e il tag che stai utilizzando. Rendilo # arte, non # arte.
  • Non utilizzare punteggiatura, spazi o simboli all'interno del tag. Dividerai il termine e creerai un hashtag che non volevi usare. Rendilo #ArtWork, non #opera d'arte o # opera d'arte.

Importante: Il progetto cliccabilità è piuttosto instabile al momento, il che rende molto probabile che gli hashtag siano ancora in fase di sviluppo. Ho scritto di più su questo presupposto in "Linked vs. Hashtag di testo normale ".

5.3 Che cos'è un buon hashtag?

Non è solo importante che i tuoi hashtag funzionino, ma anche che siano di qualità. Questo include il loro leggibilità e loro rilevanza ai tuoi contenuti e alla strategia di social media marketing.

Applica questi 5 semplici suggerimenti e avrai buoni hashtag:

  • Aggiungi pertinente hashtag al tuo post: di cosa tratta veramente il tuo argomento?
  • Utilizzare specifico hashtag che aiutano con la categorizzazione: su una rete artistica, i tuoi follower cercano #arte o una #scultura?
  • Evita hashtag lunghi. Hashtag brevi sono facili da ricordare e più attraenti da riutilizzare: preferisci #ThisIsMyBestArtInYears o #MyArt?
  • Inizia ogni parola in una frase hashtag con un lettere maiuscole per renderlo più leggibile: evita #artprogress, applica #ArtProgress.
  • Non spammare. Rendi più facile per la comunità scegliere quale hashtag seguire. Dagli una quantità di da 3 a 4. Se in futuro ci saranno eliminazioni di spam, sarai sollevato di aver scelto questo metodo.

Il miglioramento della tua strategia di marketing online dipende in gran parte dalla creazione di contenuti user-friendly che includano l'uso di hashtag. Tieni presente che lo fai per gli esseri umani. Pertanto, a buon hashtag è relativamente breve, specifico, ma facilmente comprensibile.

5.4 Vs. collegati Hashtag di testo normale

Quando inizi a sperimentare con gli hashtag, noterai che non tutti sono collegati nel tuo post. Dopo aver condotto alcuni test su questo argomento, ho trovato quanto segue:

  • Se un hashtag è selezionabile, il suo stile di carattere è perno.
  • Hashtag pubblicati in un commento sono cliccabili, anche se il cursore del mouse non cambia al passaggio del mouse.
  • Il rispettivo post è visualizzato nel feed hashtag, indipendentemente dal fatto che l'hashtag sia collegato o meno.
  • Gli hashtag possono essere collegati in post di gruppo. Tuttavia, i post non verranno aggiunti al feed hashtag della tua rete, anche se il gruppo viene reso pubblico.

Per quanto riguarda gli hashtag da collegare, è probabile che la funzione hashtag lo sia non ancora completamente ottimizzato. I molti test Ho condotto tutti mostrano risultati diversi. Ad esempio, a seconda di come cambio gli hashtag, è possibile fare clic su hashtag diversi. Inoltre, non c'è una chiara limitazione al numero di hashtag selezionabili in un post. Nel mio test con 3, 4, 5, 6, 7 o 8 hashtag, solo il primo non è stato collegato ogni volta. Sembra che ci sia anche un problema con hashtag strettamente correlati tra loro.

Immagine 2: test hashtag di 6 hashtag in un post del profilo

In questo esempio, #art e #artist sono intesi come lo stesso hashtag. Cambiarli non fa nulla. Solo cancellando #art dal post, il sistema riconosce l'hashtag #artist.

Come puoi vedere, c'è ancora spazio per crescere. Se lo fa, te lo descriverò qui.

5.5 Come seguire gli hashtag

È piuttosto facile da vedere se esiste un feed hashtag per un hashtag collegato o meno. Fai clic su di esso e lo vedrai da solo. O vedi già alcuni post come in #art o, semmai, vedi il tag dopo il segno cancelletto: #art.

Sono sicuro che anche feed hashtag non collegati diventerà presto facilmente accessibile. Per ora, puoi verificare se esiste un hashtag non collegato inserendo il suo URL in questo modo: https://artmo.com/wall/?hashtag=arte

Per controlla un hashtag diverso rispetto a #art, devi semplicemente cambiare il tag "art" con un altro (senza il suo segno cancelletto). Un esempio potrebbe essere: https://artmo.com/wall/?hashtag=scultura

Se c'è nessun tag mostrato nel feed hashtag, ma un unico segno cancelletto (#) come titolo, sai che questo hashtag non è stato ancora creato.

Sfortunatamente, non è così semplice seguire un hashtag con il tuo account. Se vuoi controllare regolarmente un hashtag, dovrai farlo segnalibro l'URL dell'hashtag e inseriscilo quando lo desideri. Altrimenti, una volta trovato un hashtag che ti piace, puoi farlo seguire direttamente gli utenti usando l'hashtag.

6. Elenchi di hashtag da utilizzare

Poiché la maggior parte dei feed hashtag sono vuoti, dovresti iniziare con un hashtag con estensione alta possibilità di attirare l'attenzione. Questi sono hashtag in uso o hashtag visualizzati da ARTMO contenuti come gli hashtag di tendenza.

Tuttavia, devi pensare agli hashtag che lo sono rilevanti per la tua arte e il contenuto su cui desideri pubblicare ARTMO. Sebbene l'hashtag #art possa essere considerato troppo ampio su una rete artistica, dovresti chiederti quali generi, stili e tecniche usi. Pensa anche a chi vuoi raggiungere e non dimenticare che sono umani come te.

Nei seguenti sottocapitoli ve ne darò alcuni idee di hashtag e hashtag già esistenti che hanno avuto successo su altre piattaforme di social media.

6.1 Hashtag di tendenza

Soprattutto ora, con pochi contenuti pubblicati, gli hashtag di tendenza possono essere il luogo in cui il file la folla d'arte si sta radunando per prima. Non solo sono gli hashtag più popolari in uso, ma ARTMO mostra anche una serie di 10 hashtag di tendenza già:

Immagine 3: hashtag di tendenza attivi ARTMO

Troverai gli hashtag di tendenza alla fine del tuo barra laterale destra, che di solito compaiono su pagine come home or buzz.

Certo, gli hashtag di tendenza lo hanno non cambiato tanto da quando li ho notati la prima volta. Ma cosa ci si può aspettare, se non sono in uso? Forse pubblicando quegli hashtag più spesso lo farà stimolare le statistiche abbastanza per farli cambiare in modo più dinamico.

Allora perché usi gli hashtag di tendenza in generale? Non solo gli hashtag di tendenza ti danno un'idea di principali argomenti discussi on ARTMO. Mostrano anche a quali argomenti la comunità è attualmente più interessata. Se uno di questi hashtag funziona per la tua arte o per i tuoi contenuti, dovresti usarli per aumentare il tuo visibilità.

Importante: Se stai taggando, tuttavia, assicurati che il file contenuto dell'hashtag si adatta al tuo post. Alcuni hashtag in alto, creati appositamente per scopi specifici come eventi di attualità o tendenze culturali, possono essere intesi in modo completamente diverso. Assicurati di controllare prima alcuni post all'interno del feed hashtag per evitare il tipo di attenzione che può ritorcersi contro.

6.2 Hashtag per l'art

Sebbene l'hashtag #art abbia buone possibilità di migliorare la tua visibilità oggi, dovresti già prepararti per il a che ora quando ci sono molti post su base giornaliera. A quel punto, a hashtag ampio come #art potrebbe essere troppo popolare per essere visibile.

Prima inizi a far crescere i feed hashtag che sono direttamente connesso all'arte che crei, meglio gestirai i tempi che cambiano. Ti aiuterà ad esserlo coerente con i tuoi contenuti. Buoni esempi dal hashtag di tendenza sono #photography, #sculpture, #WallArt o #collage.

Oltre agli hashtag di tendenza, dovresti prestare attenzione al file generi gli artisti possono aggiungere alle loro vendite di opere d'arte:

Immagine 4: ARTMO Generi (trovati nella pagina iniziale o nel menu Hamburger)

Nella pagina del genere puoi trovare parole chiave classificati per genere, media e periodo di tempo. Non tutte le parole chiave nell'elenco hanno ancora i rispettivi hashtag, ad esempio "Pop" e "Native Art".

Quando aggiungi generi alle tue opere, appariranno anche loro sul tuo profilo. Usali quando condividi le tue nuove opere d'arte sulla bacheca delle attività.

Con il tempo, puoi anche controllare quali hashtag altri artisti ho usato per trovare più ispirazione per te stesso.

6.3 Vs. Niched Hashtag

Niente spiega la differenza tra hashtag ampi e di nicchia meglio di un controllo sugli hashtag preesistenti basato su ciò che altre reti sembrano preferire sull'industria artistica. La possibilità è quella persone che si trasferiscono a ARTMO sono già utilizzati per hashtag specifici. Poiché hanno già deciso che sono appropriati per i loro contenuti, probabilmente li usano automaticamente per i loro post su ARTMO. Hashtag come questi possono riunire le persone giuste in modo intuitivo ed efficace.

Hashtag ampi sono #art, #artist o #MyArt. Anche #creative, #color o #beautiful possono diventare hashtag ampi in futuro. Meglio e di più hashtag niched, che possono essere ricavati da un elenco di hashtag di successo su Instagram, sono #watercolor, #ink, #sketch, #pencil, #drawing, #GraphicDesign o anche strumenti come #photoshop. Attualmente, l'hashtag #StreetArt è abbastanza popolare su Instagram.

Più grande diventa la folla, meglio è usare parole chiave in nicchia. Tuttavia, se il contesto si adatta, puoi aggiungere hashtag più ampi per disegnare un contesto più completo per i tuoi post.

Supponiamo che tu pubblichi 3 diversi tipi di contenuto su ARTMO: le tue nuove opere d'arte, gli aggiornamenti sui progressi e qualcosa di regolare per coinvolgere il tuo pubblico, uno schizzo ogni lunedì. In questo esempio, hai 3 categorie di post che potresti voler taggare con un hashtag più ampio: #artwork, #ArtProgress o #MondaySketch.

Ora diciamo che non vuoi far venire le vertigini al tuo pubblico e decidi di mantenerlo a 3 hashtag per post. Vuoi scrivere della tua nuova opera d'arte e specificarne il contenuto. Pertanto, aggiungi gli hashtag #artwork, #OilPainting e #MagicalRealism al tuo post. Facile, vero?

6.4 Hashtag speciali

Alcuni degli hashtag utilizzati sono diretti relativi ad eventi, campagne di promozione or cause sociali. #ArtCanHelp, ad esempio, è un hashtag avviato da The Art Newspaper contenente buone notizie in tutto il mondo dell'arte. Dato che il virus Corona è un problema attuale, anche l'hashtag #MuseumFromHome ha avuto un discreto successo.

Inoltre, ci sono hashtag che collegano le persone condividendone di più contenuti legati al divertimento come #ArtSelfie, #MuseumSelfie o #PartsOfPaintings.

Ci sono molti modi in cui puoi metterti in contatto con gli amanti dell'arte degli stessi interessi. Entrambi i tuoi la creatività e il tuo può dare origine a hashtag di successo.

6.5 Creazione di hashtag

Se hai già un'idea, la creazione di un hashtag è facile. Rendendolo popolare, tuttavia, richiede tempo. Ti mostrerò cosa intendo.

Per creare un hashtag, devi prima creare un file buona.

  • Pensa al tuo scopo dietro l'hashtag: cosa farà?
  • Assicurati che lo sia pertinente a questo obiettivo, facilmente comprensibile e memorabile. Cosa lo descrive meglio?
  • Fallo corto: Non mettere insieme troppe parole.
  • Prova a trovare un termine che sia né troppo largo né troppo stretto.
  • Ricorda anche non utilizzare qualsiasi punteggiatura, simboli o spazi.
  • Digitare il segno hash davanti all'etichetta.

Se hai preso la tua decisione, crea un post adatto al tuo obiettivo e aggiungi l'hashtag che hai scelto. Nel momento in cui tu salva il tuo post, l'hashtag è stato creato e il suo elenco mostrerà il tuo post.

Allo stesso modo, ho creato l'hashtag #MyFirstPost. Ho già visto questa usanza su altre reti e l'ho trovata molto utile come principiante. Allora perché non provare a presentarti, raccontando il file ARTMO mondo che sei qui? Anche i membri alla ricerca di nuovi artisti dedicati possono trarre vantaggio da questo.

Sicuramente, la questione della sua (futura) popolarità dipende da quanti di voi sono disposto per usare questo hashtag. Dato che non ho intenzione di strofinarti questo sotto il naso, mantengo i miei sforzi brevi. Vedere?

7. Impegni tramite hashtag

Ora che sai come scrivere e creare un hashtag, come puoi aumentare il coinvolgimento dei tuoi follower con esso? Ebbene, il coinvolgimento non viene dall'hashtag stesso. Viene dalla qualità del tuo post e dal tuo essere più visibile alla comunità. Grazie alla visibilità, sei in grado di invitare gli utenti (in seguito magari oltre il tuo followership) a interagire con il tuo post.

Ma c'è anche valore in un follower o in un utente vedere un hashtag nel tuo post:

  • Possono fare clic su di esso sfogliare più post sull'argomento a cui sono interessati.
  • Possono salvare il feed hashtag per rimani aggiornato sul suo contenuto e, quindi, vedere i propri post più spesso.
  • Possono decidere di farlo uso l'hashtag nel proprio post, contribuendo quindi alla popolarità dell'hashtag.

Un pensiero: Se inseriscono un file commento sotto il tuo post, esso potuto portare ulteriormente il tuo post a diventare più visibile agli altri. Sto scrivendo "potrebbe" perché questo deve ancora essere testato in un feed hashtag più affollato.

C'è anche la questione del consapevolezza. Cosa puoi fare se il tuo pubblico di destinazione non sa che l'hashtag che stai utilizzando esiste? Ecco alcuni suggerimenti gratuiti:

  • Pubblica l'hashtag visibilmente sul tuo profilo, spiega il suo scopo e invita i tuoi lettori a unirsi a te. Allo stesso tempo, pubblica contenuti usando questo hashtag.
  • Visualizza altri profili (il tuo pubblico di destinazione e altri artisti per i quali l'hashtag potrebbe essere rilevante) e Collegare con loro.
  • Talk direttamente alle tue connessioni.

Come suggerimento generale per il coinvolgimento, è importante creare contenuti che il tuo pubblico di destinazione trovi interessante, divertente or utile. Non è solo l'hashtag che fa il lavoro.

8. Menzioni su ARTMO

Una menzione è un nome utente che di solito è preceduto da un segno (@) e che si collega automaticamente al profilo dell'utente dopo la sua pubblicazione in un post. A differenza di un normale collegamento, l'utente interessato è notificata della menzione alla pubblicazione.

Nell' impostazioni di notifica web, troverai la seguente opzione:

Immagine 5: opzione singola delle impostazioni di notifica web "Quando qualcuno mi menziona"

Significa che se puoi essere menzionato, puoi menzionare qualcun altro, giusto ?! La domanda è come. Per menzionare qualcuno, di solito digiti il ​​simbolo @ seguito dal nome utente che desideri menzionare.

Purtroppo non sono riuscito a far funzionare le menzioni nel modo consueto. Noi dover aspettare fino a quando non viene implementato o spiegato da ARTMO.

Sapere che le menzioni prima o poi saranno una cosa, però, è un bene perché ti aiuteranno guida l'attenzione della tua connessione al post in cui li menzioni. Naturalmente, a quel punto, non dovresti abusare della funzione e assicurarti che il contenuto sia davvero pertinente per l'utente che menzioni. Sono umani, dopotutto.

9. Impostazioni account: Bacheca delle attività pubbliche

Dato che siamo già nelle impostazioni del tuo profilo, dai un'occhiata al tuo opzioni sulla privacy successivo.

Se vuoi migliorare la tua visibilità verso potenziali acquirenti, non dovresti nascondere il tuo muro di attività. Se il tuo muro di attività è nascosto, gli altri utenti online non possono vedere i tuoi post. Se non possono vedere i tuoi post, non vedranno te (o il tuo sforzo nella scelta di hashtag fantastici).

Figura 6: Impostazioni della privacy del muro delle attività

Potresti anche controllare se vuoi il tuo file profilo stesso per essere pubblico. Poiché il muro delle attività è semplicemente una parte di esso, potrebbe essere nascosto indipendentemente dalla tua scelta di mostrarlo.

Questo è per il tuo muro di attività. Ma per quanto riguarda post di gruppo? Ho anche testato gli hashtag in un gruppo pubblico, ma l'hashtag utilizzato non fa apparire il post nel rispettivo feed. Quindi c'è nessuna visibilità aggiuntiva ottenuta utilizzando hashtag nei post di gruppo a partire da oggi.

10. Conclusione degli hashtag su ARTMO

Non molti utenti hanno provato gli hashtag ARTMO ancora. Se non sei sicuro se perseguire questa via di sensibilizzazione o meno, lasciami dire questo: Siete su ARTMO, non su un'altra piattaforma più grande e vertiginosa, vero? Questo perché sai istintivamente (o almeno speri) che questa nuova piattaforma ti fornirà il file Opportunità crescere più velocemente. Un'opportunità che non hai su una piattaforma di social media affollata. Lo stesso vale per i suoi hashtag.

Certo, rispetto al solito ARTMO funzioni di promozione, potresti trovare gli hashtag leggermente complessi, soprattutto per quanto riguarda l'accesso ai feed hashtag. Però, gli hashtag stabilizzano i tuoi sforzi di promozione in una certa misura. Probabilmente hai visto artisti visualizzati casualmente nella pagina iniziale e nuove raccolte nella barra laterale. sono non dicendo che questa è l'unica promozione che puoi fare ARTMO. C'è davvero molto di più.

I am dicendo che gli hashtag ti danno l'opportunità di farlo lascia che gli artisti siano trovati tramite elenchi di hashtag. Non quando “accadono” di apparire, ma quando loro desiderio per farlo.

Il miglior passo per renderlo possibile è iniziare hashtag preesistenti per cui dovresti controllare gli hashtag o i generi di tendenza. Assicurati che siano pertinenti al contenuto che pubblichi e all'arte che crei. È qualità più che quantità.

Ci sono buone probabilità che gli hashtag più ampi diventino i più popolari per primi poiché consentono di raggiungere un pubblico più ampio. Assicurati di esserlo coerente e per aggiungere hashtag specifici ai tuoi post.

Molto probabilmente, hashtag attivi ARTMO sono ancora in fase di sviluppo. Anche se potrebbe non sembrare troppo efficace usarli già, c'è anche la possibilità che lo siano uno dei primi oggi sarà pari a uno dei primi molto presto.

11. Alcune parole finali

Spero che la mia guida possa aiutarti capire hashtag migliori. Spero anche che i miei suggerimenti e le mie idee lo faranno renderlo più facile per poter utilizzare hashtag in futuro.

Per ora, gli hashtag funzionano solo all'interno della tua rete.

Ciò significa che puoi classificare i contenuti pubblicati dal tuo connessioni e utenti che segui. Non puoi ancora visualizzare i post tramite elenchi di hashtag che vanno oltre la tua rete. La tua migliore strategia all'inizio sarebbe quella di raccogliere il più possibile le mie connessioni per far vedere a più persone i tuoi post. Attualmente, trovare gli utenti del tuo gruppo target funziona meglio gruppi o ricerche filtrate all'interno di directory utente.

Se me ne accorgo eventuali modifiche per quanto riguarda gli hashtag o se vengono pubblicati aggiornamenti su di essi, ti farò sapere e aggiornerò questo articolo di conseguenza.

Se desideri essere aggiornato su Possibilità di marketing online ARTMO, sei il benvenuto a unirti a gruppo Ho creato per questo motivo: Marketing artistico online. Qui puoi discutere tutti gli aspetti della visibilità di ARTMO e pubblicare articoli su questo argomento.

Leggiamoci presto!

Articolo pubblicato il 21 gennaio 2021.
Articolo aggiornato il 9 febbraio 2021.

APPROFONDISCI buzz